lunedì 13 marzo 2017

NMM - Risotto con melanzane grigliate mantecato al pesto e pecorino

Ricetta per rimediare all'esubero di melanzane grigliate-come-se-non-ci-fosse-un-domani.

RISOTTO CON MELANZANE GRIGLIATE MANTECATO AL PESTO E PECORINO

Ingredienti per 2 persone

1 cipolla rossa
70 gr di riso
melanzane grigliate (fanno volume...quindi ho abbondato)
pesto alla genovese (1 cucchiaino)
pecorino toscano stagionato q.b.
brodo vegetale (o di dado....)
olio EVO

Procedimento

Ho fatto stufare la cipolla rossa tagliata in fette non troppo sottili in un dito d'acqua e un filo d'olio EVO.
Quando la cipolla eè diventata trasparente ho aggiunto il riso...e l'ho fatto tostare.

Ho aggiunto le melanzane tagliate grossolanamente a coltello e ho portato a cottura allungando il riso con brodo vegetale (o di dado ma...consiglio...perdete mezzoretta a settimana....il brodo vegetale riesce benissimo con gli scarti delle verdire che preparate durante la settimana...bucce di cipolla...bucce di carota...torsoli di cavolfiore....conservati in un sacchetto in freezer...fatti bollire per mezzora e filtreti...avrete il vostro brodo vegetale per risotti o paste risottate).
A cottura potete fare due cose....se le melanzane si sono un po' sfatte avranno creato una bella cremina...al contrario...se le melanzane hanno mantenuto la consistenza e il riso risulta troppo sgranato per i vostri gusti potete dare due...e dico due di numero...frullate con il frullatore ad immersione fino a creare una cremina simile alla mantecatura col burro.
Non resta che aggiungere un cucchiaino di pesto alla genovese e servire il risotto...cospargendo di pegorino (io avevo il toscano ma....).

lunedì 4 luglio 2016

NMM...Pasta fredda ai funghi champignon e zucca con salsa al caprino, aglio e rosmarino

Continuano gli appuntamenti col No Meta Monday....oggi, foto tutt'altro che invitante....non rende giustizia a questa insalata di pasta poco estiva ma molto saporita.

Una precisazione...la zucca non è di stagione, è vero. Questa zucca, Delica, me l'ha data Roberta, una imprenditrice agricola delle mie parti. Una delle poche e vere aziende agricole Bio della mia provincia.
Mi ha consigliato di provare queste zucche l'anno scorso...me le aveva descritte come sostanziose, compatte, belle farinose e asciutte e del sapore vagamente...di castagna!

Provatele se ne trovate in giro...non sono una varietà particolare, ripeto, sono normali zucche Delica ma PRECOCI.

PASTA FREDDA AI FUNGHI CHAMPIGNON E ZUCCA PRECOCE CON CREMA AL CAPRINO, AGLIO e ROSMARINO


Per persona
70 gr di pasta di farro (o integrale)
50 gr di funghi champignon varietà crema
50 gr di zucca Delica precoce
olio Evo
50 gr di caprino
un goccio di latte
rosmarino e aglio a piacere

Mettere a bollire l'acqua e nel frattempo pulire i funghi con un telino SENZA SCIACQUARLI) e affettarli.
Farli appassire in padella con un goccio d'acqua.
Cuocere la zucca a vapore (io mantengo sempre la buccia...ben lavata mi raccomando).
quando la pasta sarà cotta scolarla e passarla sotto al getto dell'acqua fredda.
Porre in una zuppiera la pasta, i funghi e la zucca a cubetti. Condire con un filo d'olio e preparare la cremina.
Frullare caprino, aglio e rosmarino aggiungendo il latte fino a consistenza desiderata.

Servirefreddo o tiepido...Buon NO MEAT MONDAY!!

martedì 28 giugno 2016

POLPETTONE DI PEPERONE E INSALATA CON PESCHE GRIGLIATE, GRANA E OLIO ALLA MENTA DA MANGIARE DAVANTI ALLA PARTITA!!

E ricontinua il no meat monday!!
Questa settimana...polpettone di peperone e insalata con pesche grigliate, grana e olio alla menta da mangiare davanti alla partita!!!


INSALATA DI PESCHE GRIGLIATE, GRANA E OLIO ALLA MENTA
insalata
2 pesche "pelose"
scaglie di grana
qualche fogliolina di menta
olio EVO
sale

Scaldare una bistecchiera antiaderente. Quando sarà molto calda adagiare le fette di pesca e attendere che si formino le righine (mamma mia che termini tecnici che si usano oggi....).

Assemblare l'insalata disponendo un letto di foglie di "foglia di quercia" ( ma potete usare qualsiasi tipo di insalata...anche le più scrocchiarelle), distribuendo le fette di pesca grigliate da ambo i lati e le scaglie di grana...a volontà!

Condire tutto con un pizzico di sale (io rosa...meno salato), olio EVO nel quale avrete frullato le foglioline di menta.


POLPETTONE DI PEPERONI e PRIMOSALE (ricetta di Marco Bianchi da "Io mi voglio bene" rivisitata)
1 grosso peperone rosso (io ne avevo uno piccolo rosso e uno piccolo giallo....eviterei il verde)
1 panino integrale raffermo
3 cucchiai di parmigiano
1 uovo
1 cucchiaio di farina integrale
sale pepe
olio evo

lavare e pulire il peperone eliminando torsoletto e semi.
Cuocere per 5 minuti in microonde (io non sento la necessità di eliminare la pelle...se voi si, saprete come fare....arrostire il peperone sotto il grill del forno e lasciare raffreddare in un sacchetto di carta per eliminare facilmente la pelle).
A questo punto, frullare il peperone, aggiungere il panino integrale secco che avrete grattuggiato, il grana grattuggiato e la farina. aggiustare di sale e pepe.
Se il composto dovesse risultare troppo molle abbondate di farina, se troppo asciutto aggiungete un goccio di latte.
porre un foglio di carta da forno in uno stampo da plum cake e versare tutto il composto livellando bene.

Io ho aggiunto anche un primosale a cubetti ma è facoltativo.

Cuocere il forno a 180° per 30'.

Si gusta benissimo caldo ma anche freddo tagliato a cubetti...come fingerfood!!

lunedì 13 giugno 2016

No meat monday...continua...POLPETTE DI MELANZANE CON SALSA AL POMODORO e VARIANTE al CAPRINO AL PEPERONCINO

Non mollo....in fin dei conti non è così difficile accantonare la carne almeno un giorno a settimana...




ed ecco...

POLPETTE DI MELANZANE CON SALSA AL POMODORO e VARIANTE al CAPRINO AL PEPERONCINO

500 gr di melanzane...quelle che preferite (preferibilmente piccole)
2 cucchiai di pangrattato + 2 cucchiai di pecorino romano  (la dose dipende da quanto umide sono le melanzane
1 uovo (io 2 albumi...dovevo riciclare)
spezie a piacere
Passata di pomodoro + 1 spicchio d'aglio+origano fresco

Lavare le melanzane e tagliarle a fette di mezzo cm di spessore poi a listarelle. 
Fare cuocere in padella antiaderente le melanzane fino a quando saranno belle appassite e tenere.
Nel frattempo schiacciare l'aglio e farlo rosolare con un filo d'olio in padella (non deve assolutamente bruciare).
Aggiungere poi la passata di pomodoro e lasciare sobbollire
Frullare melanzane, pangrattato e pecorino aggiungendo a piacere erbe o spezie (io origano fresco). Aggiungere direttamente nel mixer l'uovo e amalgamare il tutto.

Con le mani inumidite ricavare dal composto tante polpettine delle dimensioni che desiderate, rotolarle nella farina per polenta e cuocere pochi minuti per lato in una padella antiaderente già calda.

Tuffatele nella salsa di pomodoro prima di addentarle.....
Volete anche una variante?

Sostituire il pangrattato con una piccola patata cotta, il pecorino con del grana e posizionate al centro delle polpette un cubetto di formaggio "puzzolente".

Servire con una crema di formaggio spalmabile ammorbidito con un goccio di latte, peperoncino e origano...


.





Buon pranzo NO MEAT MONDAY!

mercoledì 4 maggio 2016

INSALATA VERDE E VIOLA PRIMAVERILE CON OLIO ALLE ERBE

INSALATA VERDE E VIOLA PRIMAVERILE CON OLIO ALLE ERBE





Per l’insalata
Un cipollotto rosso
15 baccelli di piselli freschi o una tazzina di piselli surgelati
Un mazzetto di asparagi (500 gr)
Una tazza di fave
Insalata verde
200 gr di agretti (o zucchine tagliate con la mandolina a fiammifero molto lungo)

Per il dressing
Olio Evo saporito
Sale dorato (miscela di sale e erbe come rosmarino, salvia, maggiorana, timo e aglio in quantità a piacere…frullato tutto insieme e fatto essiccare in forno a 80 gr per un ora)
Una decina di foglie di rucola
Un mazzetto di basilico

Per finire (facoltativo)
Uno uovo
O
Scaglie di pecorino o scamorza affumicata

Tagliare il cipollotto in modo da ottenere dei “fili” che metterete in acqua e ghiaccio (o acqua di frigo).
Lavare e spezzare gli asparagi (conservare la parte della punta integra e sfruttare al massimo i “sederini più legnosi” tagliandoli a rondelle finchè non si sente proprio la consistenza legno setta al taglio.
Mettere tutto a lessare in una pentola stretta e alta.
Nel frattempo lavare bene i baccelli dei piselli e sgranarli.
Mettere a lessare i baccelli, dopo 5 minuti le fave e dopo 10 minuti, anche i piselli
Scolare gli asparagi e fare raffreddare.
Pulire gli agretti e metterli a lessare nell’acqua degli asparagi (prenderanno più sapore) per 10 minuti (se utilizzate la zucchina a fiammifero cuocere solo 5 minuti.
Scolare i piselli/fave/baccelli e fare raffreddare.
Scolare per ultimi gli agretti e fare raffreddare.

Preparare il dressing frullando 4 cucchiai di olio con la rucola e il basilico (conservare in frigo per una settimana…va benissimo per condire una pasta…per questa insalata ne serviranno solo poche gocce)

Per la finitura…grattugiare con grattugia a fori grossi la scamorza o ricavare delle scaglie dal pecorino o dal grana stagionato…oppure…



Prendere un bicchiere…coprire con la pellicola affossandola leggermente al centro.
Rompere un uovo fresco (MI RACCOMANDOOOOOOO) nel centro della pellicola facendolo adagiare dolcemente al fondo del bicchiere. Fare attenzione a chiudere la pellicola creando un sacchettino bello chiuso. Mettere a cuocere il “sacchettino di pellicola contenente l’uovo per 5 minuti in acqua a 90° cioè…bollente ma senza bolle J

 
 Fonte foto: L’oasi nel deserto




E per finire il tutto…Fiori di erba cipollina…. J

Assemblare l’insalata….
Disporre un letto di lattuga pulita e ascuigata, creare un nido con gli agretti o con le zucchine a fiammifero, disporre le rondelle di asparagi, le fave, i piselli, gli asparagi tagliati a metà per la lunga e infine il cipollotto che si sarà ben arricciato (e sgasato un po’).
Condire con un pizzico di sale dorato, un filo d’olio e qualche goccia di dressing.

Versione per Lui: cospargere il tutto con pecorino in scaglie o altro formaggio
Versione per me: adagiare l’uovo sulla sommità della montagnola di verdurine e con la forchetta romperlo delicatamente per far colare il tuorlo che dovrà essere rigorosamente….fluido (da pocciare tassativamente con le punte di asparagi).


Cospargere generosamente con fiorellini di erba cipollina.

martedì 5 aprile 2016

Il magico potere del riordino...alimentare







Allora....diciamo che il controllo non è andato proprio come speravo ma tutto sommato è andata bene!

Ora devo solo mantenere alta la motivazione....e non adagiarmi sui nachos....


Risultati immagini per nachos cartoon bath


Ammetto che mi spiace trascurare il blog in questi periodi di "maggiore impegno dietistico" quindi....complice Bruciaciccia in persona (che tormenterò chiedendole consigli, modifiche, opinioni ecc ecc ecc...) ho deciso di non trascurare il mio blogghino ma di riportare non solo ricette di comfort food (che non mancheranno) ma riportare quello che faccio ogni giorno...cioè....cercare di mettere in tavola un piatto che Bruciaciccia approverebbe...e che non mi mandi in depressione nera...

Ultimamente mi sono buttata nella lettura, spinta da quel desiderio di riordinare la casa per riordinare la vita, di un libro tanto illuminante quanto ...inquitante....

L'autrice mostra infatti come applicando fedelmente e rigorosamente la tecnica del decluttering (liberarsi del superfluo) si riesca a far ordine non solo in casa ma anche nelle nostre teste e vite...


Mi chiedevo...cosa ne direbbe Marie Kondo della mia dispensa?
E cosa direbbe del disordine mentale relativo alla mia alimentazione?

Bruciaciccia mi sta aiutando parecchio nel processo di "decluttering alimentare" ...ma ci devo sicuramente mettere di più "del mio".

Ovvio che per una food blogger non è semplice conciliare cibo, ricette, esperimenti e...bilancia...(vedi post a volte ritornano due mesi dopo).

Ci proverò....ma per non tediarvi distinguerò questo mio percorso dalle ricette...
Vi presento Due cifre significative... :))

lunedì 4 aprile 2016

A volte ritornano...due mesi dopo....

Lo so, lo so...questa volta la scusa è...LA DIETA!

Non è un segreto che il mio rapporto con le bilance sia un po'...come dire...conflittuale...qualche esempio:




Sono al supermercato intenta a pesare un bel sacchettone di broccolo romano, chiudo il sacchetto....mi assicuro scrupolosamente che il tasto da pigiare sia il 75....guardo a destra....guardo a sinistra...appoggio il mio tesoretto sul piatto lucente della bilancia...sospirone...75....si, era proprio il 75....controlliamo per sicurezza ma sono certa che è 75.....si esatto...7...
"Mi scusi signorina.....lo sa come si usano queste cose??" due piccoli occhi grigi mi scrutano da dietro lenti che così spesse non le avevo mai viste. I capelli raccolti in una crocchia perfetta e ben salda grazie alla lacca Splendor..."ma certo, guardi...le faccio vedere...dia qui..". La signora mi allunga quasi in punta di piedi il sacchetto con dentro una carota, sorrido, libero il campo dal mio broccolo romano, depongo lo scarno acquisto e premo il 43...un piccolo ronzio e l'apparecchio restituisce uno scontrino adesivo da 7 cent..."grazie....gentilissima"..."si figuri, buona giornata"...ora tocca a me...riprendo il romano, lo rideposito sul piatto gelido...75...il tempo si ferma attorno a noi (beh anche attorno al broccolo romano, no?)....e.....ERRORE CARTA.



Sono dal veterinario...Eva deve fare una banalissima vaccinazione eptavalente....siamo sedute in sala d'attesa...proprio a lato della bilancia...che pare risentire del mio influsso...sul display, fina e qualche secondo fa perfettamente funzionante, ora compaiono ad intermittenza delle piccole scossettine...proprio come nel filmato di The Ring qualche secondo prima che Samara se ne esca grondante di acqua fetida dalla tv del malcapitato di turno..."Eva...tocca a te"...i due occhi vispi della veterinaria ci scrutano dalla porta dell'ambulatorio....Eva scende dalle mie gambe ed io mi alzo....assicuro la presa attorno al guinzaglio (l'Amstaff dall'altra parte della sala d'attesa si lecca il muso da 20 minuti in attesa di assaggiare una coscia di Eva...o la mia...) e....BABAMMMMMMMMMM.....inciampo nella....BILANCIA.



"Lui" mi ha regalato una bellissima bilancia pesapersone (che carino....sarebbe stata più utile una pesa da camion ma l'amore ci rende ciechi...)...di quelle supertecnologiche...ultra digitali e....delicatissime.

Calcola il peso corporeo, la massa grassa(!!!), quella magra(...) e l'acqua (???). Lui la prova, imposta altezza, eta, sesso...e....sul monitor appaiono una serie di numeri perfettamente in linea con i valori standard da "individuo in forma eccellente".
Gasata coma una bottiglia di acqua tonica mi affretto a impostare...la mia altezza...la mia età....il mio sesso....salgo...la tensione si fa palpabile....il polso accelera....poi si ferma....poi riprende....gocce di sudore mi imperlano la fronte...ecco il verdetto...ERROR2.






Beh....una novità c'è....
Oggi controllo da Bruciaciccia....Titolo dell'episodio: "Io e le tanto agognate...2 cifre"....giuro, giovedì erano proprio li...sul display della mia BILANCIA, alle 7 di mattina...ci saranno ancora oggi alle 16??

Aggiornamento ore 16.30: risposta.....NO....Risultati immagini per emoticon....maledetta ritenzione idrica...

lunedì 1 febbraio 2016

No meat monday...io ci provo! Polpette di basmati alla mediterranea

Buongiorno mondoooooooo!

La settimana inizia in una maniera un po' strana....
Rientro al lavoro dopo un viaggetto a Roma per un corso d'aggiornamento...qualche novità al lavoro...un bel volo nel gabinetto del cellulare che al momento è in rianimazione immerso in 2 kg di riso (che purtroppo dovrò eliminare)...

Direi che un bel NO MEAT MONDAY ci sta...no?

200 gr di riso basmati già cotto
50 gr di formaggio filante (qualsiasi vogliate)
400 gr di pelati
cipolla
basilico
polvere di olive nere e capperi (preparata da me essiccando olive nere a rondellee capperi sotto sale e frullandole)
olio EVO al basilico (o normale ma moooooooolto saporito)

Prelevare un cucchiaio di riso lesso e disporlo nell'incavo della mano. Porre un cubetto al centro del riso e formare una palletta bella stretta.
Procedere fino ad esaurimento (della cuoca e del riso).
Preparare il sugo con poca cipolla e i pelati.
Aggiungere all'ultimo le pallette di riso (è già cottoooooooo) e servire spolverando con la polvere di capperi e oliva.

Buona appetitooooooooooooooooo


sabato 30 gennaio 2016

TORTA LIGHT SENZA UOVA, BURRO, OLIO, LATTE

No beh...questo è amooooore.
La ricetta che ho provato oggi ha del miracoloso...

Spesso mi capita di curiosare in vari blog più o meno particolari.
Tra questi degno di nota è sicuramente Labna.it. E proprio oggi ho sperimentato la torta light senza latte, uova, olio cpn qualche modifica. Eccola a voi

Ingredienti
  • 150 gr di farina 00
  • 150 gr farina VERAMENTE INTEGRALE
  • 150 gr di zucchero
  • 45 gr di cacao amaro (il migliore che riusciate a trovare)
  • Aroma mandorla (o quello che più vi piace)
  • 400 g di acqua
  • 1 bustina di lievito vanigliato per dolci

Setacciare bene farine, cacao, lievito e zucchero (se usate quello a velo).
Con la planetaria iniziare ad amalgamare il tutto aggiungendo l'aroma e l'acqua (a seconda della darina urilizzata potrebbe servire più o meno acqua...l'imoasto dovrà avere la consustenza dello yogurt).

Versare tutto in uno stampo appena unto con olio e cuocere 40 min a 160°.

Veloce calcolo....fettina da 50gr...100kcal

mercoledì 20 gennaio 2016

La topineseee...maionese di topinambur

Come già preannunciato...giro di vite alla dieta.

Domani pane integrale con prosciutto cotto e lattuga....ma Bruciaciccia hai mai provato a deglutire il compensato....?

Trucchetto...frulliamo la lattuga? Nooooooo
Mettiamo la maionese tanto Bruciaciccia non lo saprà mai....Noooooooo
E allora diminuisco appena il prosciutto cotto e ci metto la topineseeeee

TOPINESE (160 kcal/100gr)

70 gr di topinambur cotto molto bene al vapore o lessi
15 gr di olio Evo (se ha un sapore molto forte smezzarlo con olio di semi)
10 gr di latte
Sale
Aceto qb per arrivare all'acidità desiderata (iniziate da un cucchiaio)

Frullare a lungo tutti gli ingredienti per raggiungere la consistenza simile alla maionese...Fine
Per la consistenza regolatevo con il latte...può aumentare i diminuire la dose.

Per chi non lo sapesse i topinambur sono quei tuberi bitorzoluti in foto...deliziosi come i cuori di carciofo e consistenti come la patate ma con 25 kcal per 100gr...wooow!


martedì 19 gennaio 2016

Ahi ahi!....Si ritorna in riga...

Pochi giorni fa mi sono imbattuta in un post molto recente di un blog che seguo spesso.

Purtroppo l'esito dell'ultimo controllo da Bruciaciccia (la mia dietista) ha posto un brusco, bruschissimo freno alle mie sperimentazioni culinarie....

In questo post si parla di zuppe...minestre....brodi....e ho trovato un'iconografia molto carina, ben fata e soprattutto...ILLUMINANTE!

Poi scopro che questo mega riassunto a colori l'ha fatto...DANIELA di Acqua e Menta (andate nella sezione "un po' di noi" e capirete il mio entusiasmo!!).

La mia proposta di oggi è...stando a quello che c'è scritto qui
zuppe
ehm...non c'è...proprio una corrispondenza precisa...lascio a voi la scelta...secondo me potrebbe essere...

MINESTRA VELLUTATA di ZUCCA E PORRI CON RICICLO DI RISOTTO
Ingredienti per persona
300 gr di zucca pulita
50 gr di risotto ai porri (o alle verdure) avanzato
la parte verde di due porri
olio
sale
pepe

Cuocere a vapore la zucca a tocchi. Frullare con un frullatore ad immersione e aggiungere se necessario l'acqua di cottura per ottenere una consistenza vellutata.
Nel frattempo stufare con un goccio di acqua la parte verde dei porri tagliata sottile e, quando saranno teneri, unire il riso avanzato.
Allungare con qualche cucchiaio di acqua di cottura della zucca e unire alla fine la vellutata di zucca.
Lasciare sobbollire il tempo necessario per raggiungere la consistenza desiderata.


lunedì 18 gennaio 2016

Polpette al cubo! ovvero...troppa carne al...freezer!



Lo ammetto....il freezer è comodo ma non mi entusiasma l'idea di mangiare una bella bistecca scongelata...ha sempre un aspetto "malaticcio"...pallidino...anemico....

Avevo in freezer qualche fetta di coppa di maiale e un mezzo polletto ruspante....ed ecco qui la fine che hanno fatto.

POLPETTE DI MAIALE LIGHT
200 gr di carne di maiale macinata
50 gr di cipolla grattuggiata
50 gr di philadelphia
1 cucchiaio di farina integrale
sale
pepe

Mischiare tutto in una ciotola e formare delle piccole polpette. Cuocere il forno per 15 minuti a 190°C.

POLPETTE DI MAIALE, BROCCOLI e CURRY
200 gr di carne di maiale macinata
200 gr di misto di broccoli, carote e cavolfiori a vapore (tipo buste congelate...per stare in tema...)
50 gr di cipolle
1 cucchiaio di farina integrale
1 cucchiaino di curry
sale
pepe

Tritare bene le verdure e mischiare tutto in una ciotola. Formare delle piccole polpette e cuocere in forno 15 minuti a 190°C.

POLPETTE DI POLLETTO RUSPANTE e PORRI
200 gr di carne di pollo macinata
70 gr di porri tritati finemente
50 gr di philadelphia
1 cucchiaio di farina integrale
sale
pepe

Mischiare tutto in una ciotola. Formare delle piccole polpette e cuocere in forno 15 minuti a 190°C.


Facile no????

Buon appetito!!!!

domenica 10 gennaio 2016

Ricciutelle verza, cavolo nero, cipolla di tropea a formaggio di capra

La domenica per me è il giorno in cui riesco a dedicarmi con calma alla cucina...
Stamattina colevo impastate i pizzoccheri ma....farina di grano saraceno...latitante.
Acevo però in dispensa le ricciutelle che ben si prestano al piatto che vi regalo oggi...

RICCIUTELLE CON VERZA, CAVOLO NERO. CIPOLLA DI TROPEA E FORNAGGIO DI CAPRA

Ingredienti per 4

200 gr di ricciutelle
1 piccola patata rossa
1 cipolla rossa di Tropea
Un piccolo mazzo di cavolo nero
4 o 5 foglie grandi di verza
100 gr di formaggio semistagionato di capra (consistenza simile all'Asiago)
Olio EVO

Mettere a cuocere in una pentola con abbondante acqua salata la patata rossa lavata mooooolto bene e tagliata e tocchetti.
Dopo circa 15 minuti unite nella stessa pentola della parata (ancira in cottura) la verza e il cavolo nero a striscioline e le ricciutelle terminando la cottura delle verdure e della pasta tutte insieme! Sentirete che sapore.
Nel frattempo stufate la cipolla affettata con un filo d'olio e un paio di cucchiai d'acqua di cottura.
Dopo aver scolato le verdure e la pasta unire tutto alle cipolle e saltare velocemente in padella.
Trasferire il tutto in una pirofila e cospargere di formaggio grattuggiato (grattuggia a fori larghi) e taaaaaaaanto pepe.
Gratinare in forno a piacere!







domenica 3 gennaio 2016

Una passeggiata, un bel bagno e una calda merenda

É il terzo giorno dell'anno...fa freddo....dobbiamo smaltire i bagordi dei giorni scorsi ma,soprattutto i kilogrammi di esperimenti sui biscotti speziati prodotti nelle ultime settimane.
Un bella passeggiata nell'aria pungente è quello che ci vuole.
Al rientro un bel bagno ci attende e una bella asciugata di pelo (ma certo!!!sto parlando di Eva!) e poi merenda x mamma e papà...



CREMA TIEPIDA DI PANDIZENZERO E LATTE DI MANDORLA
Per 2 persone
50 gr di biscotti pandizenzero
1 tuorlo
400 ml di latte di mandorla
20 gr di zucchero
1 cucchiaio di fecola

Portare a bollore il latte e aggiungere i biscotti finemente tritati.
In una ciotola mescolare il tuorlo, lo zucchero e la fecola e, molto lentamente, aggiungere il composto di lattte e biscotti.
Rimettere sul fuoco e lasciare sobbollire per quelche minuto.
Lasciare intiepidire (raggiungerà la consistenza della crema pasticcera)...
Buona merenda!



mercoledì 30 dicembre 2015

2016 Buoni propositi e.....cenone alternativo

Dopo meeeeeesi di silenzio stampa (ovviamente non ho smesso di cucinare...ma ci sono parecchie novità) mi rifaccio viva per augurarvi un buon 2016.
Avete già fatto la lista dei buoni propositi per il 2016??
Io siiiiiiiii...e ne ho ben  2016 (tranquilli...non ve li scrivo tutti ora...un po' alla volta....)

Questo post lo volevo dedicare ad un'idea economica e alternativa per il cenone di capodanno.
Niente pizzeria, ristorante o similare dove...ahimè...la sera di San Silvestro non è proprio l'occasione migliore per mangiare bene, comodi e soprattutto intrattenere conversazioni amorevoli e a un tono di voce decente e umano.

Capodanno infatti tira fuori il peggio di parecchi di noi...

1) ci si agghinda che manco un lampadario barocco...
2) siamo tuuuuuuuuuuutti "amici"....quella sera ti tocca baciare anche la vicina di casa che ti scuote sempre i tappeti, in particolare quello del bagno...raccolta abominevole di capelli, acari, polvere, residui secchi di uranio impoverito.....sulle piantine aromatiche (sono l'unica ad avere sul balcone il basilico barbuto e l'origano peloso??)
3) lo spazio a tavola si riduce allo spazio utile all'interno dello Sputnik 1...tagliare qualsiasi cibo con coltello e forchetta diventa un'impresa titanica...(e voi direte...basterebbe mettere come centrotavola un bel frullatore e munirsi di cannuccia e il problema sarebbe risolto...no?). Non escludo che si possano trasformare in saloni anche verande malconce riscaldate da stufette improvvisate...
4) vogliamo proprio parlare di...soldi?? sembra impensabile mangiare una normalissima pizza a capodanno. I ristoranti propongono menù mirabolanti a prezzi altrettanto disumani. Considerando che per fare numero accettano prenotazioni per il 150% ed oltre della capacità del locale stesso (vedi punto 3) e considerando che i cuochi di braccia ne hanno comunque 2 diciamocelo...la qualità ne risente...anche il portafoglio...


Resta il fatto che a Capodanno è comunque bello festeggiare o fare qualcosa di insolito...quest'anno ho pensato di fare un PIC NIC INDOOR.


Fonte immagine http://www.brit.co/cheap-romantic-dates/

Piumone, candele, 2 o 3 film in DVD che è da tempo che volevo vedere (se sento mezza canzone del concerto di Gigi DAlessio in Tv giuro che metto la testa in lavatrice e faccio partire la centrifuga...), cestino pieno di cose buone e...giuro che il sedere da terra non lo stacco nemmeno se mi mettono un fuoco d'artificio nel....cuscino.

Il programma è questo:
            1) spostare il divano in modo da recuperare 2 mq in più (lasciarlo comunque nelle vicinanze..potrebbe tornare comodo come poggiaschiena...e sarà un ottimo trampolino per la mia cagnolina che passerà la serata a elemosinare cibo)

Fonte immagine http://www.millionairemen.club/tag/creative-romantic-date-ideas-for-her

            2)piegare in 4 i piumoni matrimoniali in piuma d'oca (me ho 2 per coprire una bella superficie)

            3)utilizzare cassette di legno come tavolini per appoggiare tartine, panini, bicchieri...e assicurarsi una superficie più stabile del piumone piegato in 2

Fonte foto http://www.thekitchn.com/entertaining-idea-throw-an-indoor-picnic-a-pair-of-pears-179365

           4)preparare il cestino del pic nic con tutto l'occorrente....

Fonte immagine http://it.123rf.com/photo_21377302_dog-francese-con-il-vino-rosso-e-cestino-da-picnic.html

  • tovagliolini
  • piattini
  • bicchieri
  • cavatappi (la cucina è a 1 metro di distanza ma il mio sedere rimarrà sul piumoneeee)
  • posate
  • tovaglia
  • contenitore refrigerato per lo spumante di mezzanotte
  • telecomando (eh vabbè...è un picnic indoor.....)
            5)preparare la pappa in stile pic nic:
  • classici tramezzini
  • classiche pizzette
  • baguette ripiena di insalata nizzarda
 Fonte immagine Petitechef.it
  • uova sode farcite al tonno
 Fonte immagine bigodino.it
  • pull-apart-bread al pecorino
Fonte immagine https://panelibrietnuvole.wordpress.com/2015/02/20/pull-apart-bread-con-cavolo-nero-e-pecorino-toscano/
  • affettati e formaggi
  • lasagna cupcake
DSC00728Fonte immagine http://www.autoedonna.com/blog/ricetta-della-settimana-lasagna-cupcake/
  • cappuccino tiepido ai funghi con crostini al parmigiano
Fonte immagine http://www.timoebasilico.com/2014/09/capuccino-ai-porcini-e-panna-montata-al.html
  • ravioli di brisee con cotechino e crema di lenticchie
 Fonte immagine http://golosatentazione.blogspot.it/2014/04/ravioli-di-brisee-con-porri-e-pancetta.html
  • crostata alla marmellata
             6)e da bere.....
  • aperitivo con spumante moscato e amarene sciroppate
  • acqua aromatizzata al limone e kiwi
  • Recioto per il gran momento
A questo punto vi chiederete.....e le ricette??

Beh, se riesco vi aggiornerò sull'avanzamento lavori...altrimenti sarà uno dei miei buoni propositi seguire più caldamente questo blog quindi...ci risentiremo nel 2016!

 
Fonte immagine https://www.peaceproject.com/subjects/Organic%20Farming%20and%20Food


mercoledì 5 agosto 2015

Trofie vongole e pomodorini.....i miei pomodorini....

In questi giorni di caldo africano ammetto che di stare in giardino (rigorosamente esposto a Sud...cioè una graticola per tutto il pomeriggio) non se ne parlava nemmeno. Premetto che non abbiamo nemmeno un sistema di irrigazione automatica... E così il mio esperimento di coltura in vaso e autoproduzione di ciliegini è quasi andata a farsi benedire....I pomodorini si stavano essiccando direttamente sulla pianta.

Appena un po' di "brezza" si è fatta sentire ho preso il coraggio a due mani e sono andata a raccogliere i miei tesori....perfetti....belli rossi e tondi...dolcissimi e soprattuttto tanti!!

Così sono tornata in cucina e mi sono messa all'opera...



TROFIE CON VONGOLE E POMODORINI IN GRAPPOLO
Ingredienti per 2 persone
200 gr di trofie fresche
200 gr di pomodorini ciliegini
60 gr di vongole sgusciate (io avevo un mix di cozze e vongole)
1 spicchio d'aglio
olio EVO

Mettere a bollire l'acqua salata per cuocere la pasta.
Tagliare a metà lo spicchio d'aglio e rosolare in olio Evo caldo fino all'inizio delle famose "bollicine". A questo punto io spengo il fuoco e lascio la padella inclinata per immergere completamente l'aglio nell'olio caldo e permettere che rilasci tutti gli aromi (a chi piace...un peperoncino da eliminare poi con l'glio nel prossimo passaggio non starebbe male).
Quando ha smesso di friggere elimino l'aglio (a dire la verità io lo lascio ma diventa veramente strong) e riaccendo il fuoco aggiungendo metà dei pomodorini tagliati in due (cerco di tenere intatto un grappolo di ciliegini e lo aggiungo intero in padella incidendo solo il sederino dei pomodorini....se non lo fae diventeranno delle piccole bombe roventi).
Dopo aver scolato ma non troppo la pasta (rigorosamente al dente), la aggiungo alla padella (TRUCCO: quando scolo la pasta appoggio lo scolapasta su una tazza, nel lavandino così...se mi servisse acqua di cottura per mantecarla posso usare quella che viene trattenuta....come Jamie Oliver).
Salto in padella pasta e pomodorini aggiungendo a questo punto le vongole (se utilizzate le congelate scongelatele sotto l'acqua corrente per accelerare il passaggio di temperatura ed evitare che restino troppo tempo a temperatura ambiente).
Terminare la cottura in padella aggiungendo se necessario qualche goccio di acqua di cottura.
Buona pappa!





lunedì 3 agosto 2015

Riso venere fave, cipolle caramellate e pomodorini confit e....regalino riciclato

Con questo caldo mi dite come fate a cucinare?? Vedo blog carichi di ricette da forno...risotti...paste...e io non ho nemmeno voglia di cuocermi degli gnocchi...

Il trucco è...aspettare il fresco, cuocere quantità industriali di riso, riso venere, basmati, grano, orzo incenso e mirra....poi congelo porzioni per due....e via! Pronto all'uso per insalate, risi saltati velocissimamente in padella, polpettine di riso o qualsiasi altra cosa  mi suggerisca la fantasia.

La ricetta di oggi nasce da questo...perchè si sa....il riso venere ci mette una vita a cuocere!!


RISO VENERE CON FAVE, CIPOLLE CARAMELLATE E POMODORINI CONFIT
Ingredienti x 2
2 porzioni di riso venere (o quello che più vi piace)
100 gr di fave (fresche o surgelate oppure piselli)
1 zucchina
1 cipolla rossa
una decina di pomodorini confit
olio EVO

Scongelare i riso (se usate il trucchetto che vi ho raccontato prima altrimenti cuocerlo come riportato sulla confezione).
Saltare in padella le fave con qualche filino di cipolla, un filo d'olio e metà dei pomodorini confit (tagliati a metà e appassiti in forno...quando fa fresco e state cuocendo il riso...per 1 oretta a 100° spolverando con poco zucchero e origano e aggiungendo un filo d'olio). Quando le fave saranno quasi tenere tagliare la zucchina a cubetti e aggiungerli alla padella (dovranno rimanere croccanti).
Condire il riso con le verdure e coprire con le cipolle caramellate (come fare? guardate qui).
Fatto!
Nella foto io ho servito il tutto su una spuma di melanzana affumicata...che trovate qui!

Questa ricetta l'ho fatta varie volte...l'ultima ho usato piselli freschi...appena colti.
Mi sono rimaste due manciate di baccelli con i quali ho fatto questa zuppa fredda di baccelli con philadelphia, gocce di balsamico e scaglie dipecorino.
Ho sbollentato 15 minuti i baccelli, li ho frullati con il frullatore a immersione, ho passato tutto al colino e, ancora caldo ho mescolato due cucchiai di philadelphia.
Ho cosparso con scaglie di pecorino e balsamico ristretto in un pentolino (1 cucchiaio di aceto balsamico, 2 di acqua e 1 cucchiaino di miele...lasciare evaporare fino a dimezzamento) e un filo d'olio EVO.